Zucca non solo Halloween: proprietà e benefici


 La festa di Halloween ha reso popolare la zucca, ma in realtà questo ortaggio ha moltissimi motivi per essere presente nella nostra dieta grazie ai numerosi vantaggi per la salute

  Dal punto di vista nutritivo è uno dei vegetali che apporta meno calorie, che in media possono variare un po’ in base alla varietà, (26kcal/100mg, fonte USDA), ma è una vera miniera di minerali, fibre antiossidanti e vitamine. Il basso apporto calorico e l’elevato contenuto di fitosteroli  la rende indicata e per chi soffre di ipercolesterolemia, visto che è stato dimostrato che un aassunzione regolare possa  diminuire i livelli di LDL colesterolo, (quello pericoloso).

  • Tra le vitamine maggiormente presenti troviamo la vit-C, la vit-E e la vit A, che è presente nella concentrazione più elevata proprio nella zucca rispetto a tutte le altre cucurbitacee rappresentando il 246% della dose raccomandata giornaliera (RDA). La vitamina A è fondamentale per proteggere mucose e pelle, e alcuni studi suggeriscono un ruolo protettivo verso tumori del cavo orale e polmone. La vitamina E è fondamentale per tante funzioni metaboliche è un potente antiossidante e antinfiammatorio  antitumorale
  • Per la vitamina C non basterebbe un libro per descrivere tutti i benefici che possono essere riassunti nel fatto che è importantissima per il nostro sistema immunitario ed è quindi un potente antitumorale.

La zucca è ricca anche di tante sostanze antiossidanti polifenoliche e caroteni,  tra cui criptoxantina, luteina e zeaxanthina, che hanno dimostrate proprietà antitumorali. In più, zeaxanthina e luteina hanno azione protettiva per la retina, bloccando i danni indotti dagli UV  e sembrano protettive per le patologie maculo-degenerative  che possono comparire nella terza età, mentre la criptoxantina stimola l’osteogenesi, quindi utile per la salute dell’osso.

Il frutto è ricco anche di vitamine del gruppo B, B3 (niacina), B-6 (pyridossina), B1 (tiamina) B5 ( acido pantotenico) e acido folico (B9), particolarmente indicato per la donna in gravidanza. Tra I Sali minerali, ci sono buone quantità di  ferro, calcio potassio magnesio e fosforo. Insomma più ricca di  un Multicentrum e più appetibile!

Non solo frutto: Anche i semi di zucca vantano svariate proprietà, in primis
 quello di essere particolarmente energetici, apportando circa 559 kcal/100 g, prevalentemente legate alla ricchezza di grassi polinsaturi  della linea omega-3, noti per essere anti-infiammatori naturali e antitumorali, che esercitano un’azione protettiva anche sul  sistema cardiovascolare e nervoso. Particolarmente indicati per disturbi delle vie urinarie, della vescica e  cistiti, per la presenza di cucurbitina, un aminoacido utile a combattere anche i parassiti intestinali.
Alcuni studi hanno dimostrato che l’uso continuativo di semi e olio di zucca riduce i sintomi dell’ipertrofia prostatica sino all’80% con  una dose di 10 grammi al giorno di semi interi, non salati,  come spuntino.

Nei  semi troviamo anche una componente proteica vegetale (30 g/100 g), ma quello che li caratterizza è la ricchezza di minerali ferro, selenio, zinco e magnesio.

I semi contengono buone quantità triptofano, che nel cervello viene convertito in GABA precursore della serotonina, l’ormone dell’umore.  Per questo motivo e per il buon contenuto di magnesio i semi possono essere utili nei disturbi dell’umore legati ai periodi premestruali o in menopausa  I semi contengono anche Trigonellina (TRG), acido nicotinico(NA), e D-chiro-inositolo (DCI), che hanno tutti proprietà ipoglicemizzanti e quinid utili a controllare la glicemia, motivo per cui il consumo può essere indicato in chi soffre di diabete.

L’Olio di zucca,  molto usato nei paesi nordici, dove non è diffuso l’olio extravergine di oliva,  viene  ricavato dai semi non germinati e ha un buon contenuto di vitamina E,  di acido oleico e linolenico (precursore degli omega-3) quindi adatto a chi soffre di ipercolesterolemia, ed è un ottimo alleato nel prevenire malattie arteriosclerotiche

 

Medicinal and biological potential of pumpkin: an updated review. Nutr Res Rev. 2010 23(2)184-90

Inactivation of ATP citrate lyase by Cucurbitacin B: A bioactive compound from cucumber, inhibits prostate cancer growth. Gao Y, Islam MS, Tian J, Lui VW, Xiao D. Cancer Lett. 2014 Jul 10;349(1):15-25.

The hypoglycemic effect of pumpkin seeds, Trigonelline (TRG), Nicotinic acid (NA), and D-Chiro-inositol (DCI) in controlling glycemic levels in diabetes mellitus. Adams GG, Imran S, Wang S, Mohammad A, Kok MS, Gray DA, Channell GA, Harding SE. Crit Rev Food Sci Nutr. 2014;54(10):1322-9.

 

Precedenti Orzotto alla zucca con mandorle tostate al profumo di rosmarino
Nuovi Le merendine italiane sono sane? A me non sembra: ed ecco i perchè

1 Commento

  1. Isabella
    01/11/2016
    Rispondi

    Dalle mie parti ancora si fa “lu fucazzieddu” e si consuma

Rispondi a Isabella Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *